Sembra che non ti sei ancora registrato al portale, oppure non hai effettuato l'accesso. Registrati o loggati.
Riduci colonna


á


Register
Benvenuti nel sito degli studenti della FacotÓ di Lettere e Filosofia dell'UniversitÓ "La Sapienza" di Roma. Questo sito, luogo di incontro e informazione per gli studenti, non Ŕ il sito ufficiale della facoltÓ, che Ŕ invece raggiungibile all'indirizzo: http://lettere.uniroma1.it/. Intende per˛ dare nuovi strumenti per gli studenti, in una logica di vero e rapido aggiornamento. Cercate informazioni su un modulo, od un professore? Usate la ricerca. Per le domande, Ŕ presente l'help. E' molto importante infine registrarsi per usufuire di tutti i servizi.

 Seleziona Linguaggio -


 Men¨ Principale -


 Links -


 Utenti Online -

31 Visitatori, 1 Utente



Record odierno di presenze: 59.
Record assoluto di presenze: 571 (13 Dicembre, 2013, 12:20:28)



Sommario

Dottorati Dottorato in Scienze documentarie: richiesta info da Sofia F. 11 Ottobre, 2017, 23:30:35
Regolamenti ed Help Problema registrazione da Gio_22 24 Aprile, 2017, 15:32:38
Sondaggi ACQUISTAR PASSAPORTI FALSI BENE(documento real@outlook.c om)PATENTE DI GUIDA CAR da miletta12 22 Marzo, 2017, 20:44:32
Regolamenti ed Help ACQUISTAR PASSAPORTI FALSI BENE(documento real@outlook.c om)PATENTE DI GUIDA CAR da miletta12 22 Marzo, 2017, 20:41:04
Notizie varie e segnalazione di eventi della FacoltÓ ACQUISTAR PASSAPORTI FALSI BENE(documento real@outlook.c om)PATENTE DI GUIDA CAR da miletta12 22 Marzo, 2017, 20:37:24


Autore Topic: Prima assemblea - mercoledì 29 Ottobre 2008  (Letto 1208 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline GocceDiSole

  • Moderatore a riposo
  • Membro
  • ***
  • Post: 2018
  • Sesso: Maschio
  • Quale delle foglie, tale Ŕ la stirpe degli umani.
    • Simposio Immaginario
Prima assemblea - mercoledì 29 Ottobre 2008
« il: 05 Novembre, 2008, 14:30:20 »

Resoconto della prima assemblea di Italianistica in merito alle forme di protesta rispetto alla legge 133/08, tenutasi mercoledì 29 ottobre 2008 in aula VI

La nostra prima assemblea di dipartimento si è caratterizzata per grande partecipazione (studenti, dottorandi, docenti), buona organizzazione del dibattito, individuazione di piattaforme comuni per costruire una forma di protesta degli “italianisti” in costante dialogo col movimento.

Gli elementi più significativi emersi nel corso dell’assemblea sono i seguenti:

1)   Lettura di una bozza di “manifesto” della protesta di dipartimento, proposta ed elaborata da un ristretto gruppo di studenti che hanno studiato a fondo la legge con l’ausilio di un giurista. Il documento proposto è un’analisi oggettiva dei contenuti della 133 e mette in risalto come la linea economicistico-aziendale promossa non coincida affatto con gli obiettivi del sapere, non subordinato alle leggi del mercato. A fine lettura, l’assemblea ha appoggiato all’unanimità il lavoro svolto da questo gruppo di studenti (Veronica, Michele, Ilaria, se non erro), deliberando per la realizzazione di una redazione definitiva del documento, col disegno di promuoverlo a manifesto della protesta del dipartimento. (mi piacerebbe avere aggiornamenti su questo punto, se qualcuno ne sa più di me potrebbe comunicarlo?)

2)   Numerosi interventi dei docenti presenti all’assemblea: hanno partecipato all’assemblea i proff. Frabotta, Bragantini, Ferroni, Cirillo, Stoppelli, Carlino, Gigliucci, Beer, più il prof. Bevilacqua (storia contemporanea) e il prof.Mazza (storia romana). Cerco di riassumere i loro interventi, poiché mi rendo conto che forse è un punto interessante per molte persone.

- Frabotta: ribadisce la sua completa aderenza al movimento di protesta, sottolineando tuttavia un problema immediato, ovvero il blocco delle lezioni, un punto sensibile che viene sistematicamente attaccato dagli organi di informazione filogovernativi. Ha intenzione di riprendere presto le lezioni con un modulo su Carlo Levi, poiché ritiene importante trasmettere la sua idea di fascismo e antifascismo.

Bevilacqua: Ha intenzione di riprendere le lezioni, “non solo per parare il fianco agli attacchi della destra”, ma per rispondere alla forte domanda di insegnamento da parte di molti studenti. Si impegna a tenere aggiornati gli studenti sulle lotte di protesta in tutta Italia, dedicandovi parte della sua lezione. Specifica che la lotta sarà lunga: è in atto una vera e propria aggressione contro un’intera generazione. Pensa che sarebbe opportuno promuovere almeno ogni 15 giorni delle assemblee di facoltà, a lungo termine. Già la riforma del 3+2 ha rappresentato un tentativo di piegare le nostre menti all’aziendalismo, mentre è da prediligere un sistema “pochi esami ma buoni”, poiché esami preparati con calma e cura fanno diventare cittadini critici ed è questo che il potere non vuole.

- Bragantini: L’attacco all’università fa parte di un disegno preordinato iniziato con l’aggressione alle magistrature e ai giornali. Si tratta di manovre animate da un preciso disegno politico e non si può non rispondere con consapevolezza politica. E’ già significativo che il Ministero dell’Istruzione e dell’Università non si chiami più Ministero della PUBBLICA Istruzione e Università. Dobbiamo essere sempre vigili e partire dai fatti, punto di partenza per la crescita di un cittadino indipendente ed equilibrato. Disponibile per lezioni all’aperto.

- Ferroni: Coglie nell’assemblea un’occasione di confronto di coscienza e conoscenza. Pensa sia molto difficile contrastare i provvedimenti del governo, o comunque si tratterebbe di un processo a lunghissima scadenza. Il 3+2 ha favorito la situazione presente: l’università ha fatto un cattivo uso del “pubblico” ed è anche colpa dell’istituzione stessa se siamo arrivati a questo punto. Siamo tutti immersi nell’orizzonte consumistico televisivo pubblicitario, per uscirne occorre creare occasioni di confronto e di riflessione, e costruire un critico atteggiamento culturale. Non bisogna limitarsi a difendersi dagli attacchi del governo ma occorre ricostruire l’università, evitando provocazioni, evitando gli estremismi, sollecitati dall’entusiasmo e dallo studio fatto con coscienza. Le vecchie forme di lotta sono morte, se si riutilizzano si fa solo il gioco del governo, per cui occorre inventarne di nuove.

- Cirillo: Disponibile per lezioni all’aperto. Importante che vi siano mezzi di documentazione e comunicazione che ne riportino notizia. Occorre creare un ufficio stampa anche con la partecipazione dei docenti. Bombardare i mezzi di comunicazione senza essere ghettizzati.

- Stoppelli: si rivela preoccupato per le forme di protesta “eccessive”. L’università pubblica va salvaguardata e non demolita, migliorando i contenuti e la qualità della ricerca. Le università private sono da sempre in competizione con l’università pubblica, molti docenti insegnano in entrambe, un modo per mettere l’università in ginocchio è una decisione del senato accademico che vieti ai docenti di un’università pubblica di fare docenza negli atenei privati.

- Carlino: Sottolinea la grande intelligenza della nostra mobilitazione perchè evita forme controproducenti di estremismo che provocano facili strumentalizzazioni. Si fa politica operando sui contenuti che ci chiamano tutti a crescere insieme. L’intervento del docente alle lezioni è sempre politico e per questo va incrementato. Mantenere la mobilitazione a lungo sarà difficile, occorre centellinare le forze, è necessario un costante lavoro istruttorio. Invita a studiare una pianificazione delle giornate di opposizione, di qui ad un certo lasso di tempo, unitamente a momenti di lavoro insieme che potrebbero coincidere con le spesso odiate attività formative e i laboratori, affinché diventino campi attivi di ricerca e intervento.

In sede assembleare si opta per la formazione di alcuni gruppi di lavoro:

1)UFFICIO STAMPA,
per la redazione di comunicati e approfondimenti da inviare agli organi di informazione. La prof.ssa Cirillo ha dato piena disponibilità per la partecipazione a questo gruppo.

2) GRUPPO URP (Relazioni con "pubblico", inteso come docenti e altri gruppi organizzati)

3) GRUPPO VOLANTINAGGIO, COMUNICAZIONE E PROMOZIONE DELLE ASSEMBLEE

Ci siamo scambiati contatti e indirizzi e-mail e mercoledì sera è stata formata una mailing list “ristretta” ai partecipanti a questi gruppi, per permettere loro di comunicare più agilmente.

Dopodiché, come detto altrove, venerdì non ero presente all’assemblea, ma a quanto mi è sembrato di capire l’organizzazione che ci eravamo dati mercoledì sia un po’ sfumata. Spero di aver modo di parlare con qualcuno dei presenti all’assemblea di mercoledì scorso un po’ più a fondo per capire come muoverci in merito agli ottimi presupposti con cui eravamo partiti.

Non aggiungo altro per non ripetere quanto già detto da miss murple in un altro post, integrate questo resoconto con il suo. Ho deciso di riportare le opinioni dei docenti una ad una perchè mi è sembrato di capire che fosse una cosa che premeva a molti di conoscere.




Mi son preso questa libertà: cercate di dividere i topic in modo che risultino di facile consultazione per una persona che non segue tutto il dibattito.  ;)
Dove si trova la bellezza? Nelle grandi cose che, come le altre, sono destinate a morire, oppure nelle piccole che, senza nessuna pretesa, sanno incastonare nell'attimo una gemma di infinito?
[Muriel Barbery, L'eleganza del riccio]

Ciao Ospite! Le repliche a questo topic sono state nascoste alla vista. Stai perdendo 2 repliche. Per favore registrati o effettua il login se vuoi vedere le risposte.

Forum degli studenti della FacoltÓ di Lettere e Filosofia Sapienza - UniversitÓ di Roma

Prima assemblea - mercoledì 29 Ottobre 2008
« il: 05 Novembre, 2008, 14:30:20 »

 

Topics Correlati

  Oggetto / Aperto da Risposte Ultimo post
3 Risposte
681 Visite
Ultimo post 18 Ottobre, 2007, 21:34:02
da Dante Di Nanni
0 Risposte
751 Visite
Ultimo post 16 Settembre, 2008, 12:15:47
da zelldincht
238 Risposte
8961 Visite
Ultimo post 11 Gennaio, 2009, 14:24:42
da Nonsense
4 Risposte
1081 Visite
Ultimo post 14 Novembre, 2008, 20:35:40
da GocceDiSole
0 Risposte
973 Visite
Ultimo post 22 Novembre, 2008, 13:39:47
da miss murple


Creato da Space of Information Web Studio