Forum degli studenti della FacoltÓ di Lettere e Filosofia Sapienza - UniversitÓ di Roma

La FacoltÓ => Rappresentanza studentesca => Topic aperto da: Laboratorio di lettere - 08 Ottobre, 2009, 09:28:42

Titolo: Sessioni di Laurea. NovitÓ e proposte studentesche
Inserito da: Laboratorio di lettere - 08 Ottobre, 2009, 09:28:42
Salve a tutti e tutte,

Vi comunico alcune novitÓ e discussioni dal Consiglio di FacoltÓ del 24 settembre 2009.

Inizio dalle cose pi¨ importanti: LA SESSIONE DI MARZO E' STATA RIPRISTINATA, votata con la maggioranza dei voti.
Alcuni docenti hanno votato contro per questioni morali: dicono che non si pu˛ togliere un servizio e reintrodurlo identico ma a pagamento.
E' una truffa.
A questo punto, sono partite le controproposte.
Mozione Alfonsetti: la prof chiedeva di anticipare le lauree di dicembre a novembre (il 30 novembre scadono i termini di tante scuole di specializzazione esterne all'universitÓ e molti laureandi lamentano questa cosa, soprattutto quelli di studi storico-artistici/archeologici) e ripristinare la sessione di febbraio, anticipandola a gennaio. Si deve, sempre secondo la prof, informare bene sull'impossibilitÓ di iscrizione alla specialistica a gennaio, ma dare almeno la possibilitÓ di laurearsi senza pagare nuove tasse.

Abbiamo azzardato ulteriori modifiche alla mozione Alfonsetti. Il nostro fine Ŕ quello di consentire agli studenti di potersi laureare a febbraio senza pagare ulteriori e ingiuste tasse, e avendo anche la possibilitÓ di iscriversi alla Magistrale.
C'Ŕ un problema di un fondo: per il Ministero, l'Anno Accademico scade il 31 gennaio. Indi per cui, chi si laurea oltre quella data risulta laureando in un nuovo A.A. e deve pagare le tasse d'iscrizione all'Ateneo.
Alla Sapienza poi, c'Ŕ un ulteriore limitazione: l'iscrizione entro dicembre alla laurea magistrale.
Tutto ci˛, infierisce notevolmente sulla condizione giÓ precaria, giÓ confusionaria degli studenti, sommandosi poi all'onere di dover pagare nuove e inutili tasse, per un Anno Accademico in cui non sarÓ possibile fare altro che laurearsi.

Abbiamo portato in Consiglio di FacoltÓ la nostra proposta: preso atto delle scadenze ministeriali alle quali non si pu˛ venir meno, chiediamo che la FacoltÓ di Lettere garantisca agli studenti e alle studentesse la possibilitÓ di "sfruttare" tutto il tempo a disposizione. Nella pratica, ci opponiamo all'iscrizione di dicembre alla Laurea Magistrale, chiedendo che quella scadenza sia trasformata in pre-iscrizione. Che significa? Chi ha in progetto di laurearsi, si preiscrive a dicembre al corso di Laurea Magistrale, consentendo all'affaticata segreteria di smaltire con calma tutte le pratiche. Ergo la discussione della tesi, convaliderebbe automaticamente l'iscrizione (che verrÓ poi certificata col pagamento delle tasse del nuovo Anno Accademico). Le sedute di laurea, in quest'ottica, possono aver luogo fino alla data del 31 gennaio, senza nessuna complicazione, senza pagamento di ulteriori tasse e con la possibilitÓ di iniziare subito il percorso magistrale.

La nostra proposta Ŕ diventata una mozione, firmata da tutta la rappresentanza studentesca presente al CDF e votata dai docenti.
I rappresentanti degli studenti
preso atto che la scadenza ministeriale dell'Anno Accademico cade in data 31 gennaio, chiedono che la scadenza per l'iscrizione alla laurea magistrale sia posticipata alla suddetta data, rendendo valide le tesi discusse entro il mese di gennaio compreso.
Inoltre propongono, per smaltire adeguatamente il lavoro di segreteria, che nella data giÓ prefissata di dicembre, sia istituita una forma di preiscrizione, non vincolante per gli studenti e da confermare dopo la laurea triennale.



Se il ministero ha decretato questi termini, Ŕ MORALE che la FacoltÓ si preoccupi quantomeno di concedere agli studenti e alle studentesse tutto il tempo a loro disposizione... e poi il sistema della preiscrizione Ŕ giÓ usato a scuola e ha dimostrato la sua funzionalitÓ.
La mozione Ŕ stata votata: sei i contrari, il resto favorevole.
Ora, la FacoltÓ di Lettere ha l'onere di presentare questa posizione, votata e condivisa, in Senato Accademico.

Intanto, noi del Laboratorio di Lettere non ci stiamo fermando: abbiamo costituito una commissione lauree con le FacoltÓ di Psicologia ed Economia, con le quali abbiamo in comune questo grave problema. Vogliamo creare un'opposizione compatta a questa truffa e ci stiamo allargando anche ad altre FacoltÓ dell'Ateneo.


Per saperne di pi¨,
passate a trovarci: ogni mercoledi, ore 14:30 in aula VI