Forum degli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia Sapienza - Università di Roma

La Facoltà => Notizie varie e segnalazione di eventi della Facoltà => Topic aperto da: Ardavan - 30 Giugno, 2010, 19:53:29

Titolo: NO ALLA PROPOSTA DEL BLOCCO DELL'ANNO ACCADEMICO
Inserito da: Ardavan - 30 Giugno, 2010, 19:53:29
Oggi all'assemblea, insieme ad alcune proposte che ho ritenuto sinceramente ottime, ne sono state avanzate altre che, seppur sostenute da buoni propositi, ossia combattere contro un'azione del governo che rischia di distruggere l'università pubblica, tuttavia non può che ridursi a nulla. Mi riferisco a quella di bloccare l'anno accademico: una soluzione che finirà soltanto per danneggiare gli studenti per numerosi motivi, tra questi:

1) Studenti non residenti, che pagano l'affitto tutti i mesi facendo enormi sacrifici pur di avere la possibilità di studiare. Come dovrebbero reagire alla proposta di bloccare tutto? Se ne devono tornare a casa? O magari pagare un anno senza poter concludere nulla? Bella soluzione!

2) Studenti lavoratori, che non sempre sono aggiornati su tutto quanto avviene in facoltà e che anche loro fanno numerosi sacrifici pur di avere tale possibilità. Sappiate che moltissimi studenti neppure sapevano della storia del blocco degli esami di luglio, o se l'hanno saputo è stato pochi giorni, se non addirittura ore, prima.

3) Studenti che vogliono avere il diritto di studiare, di portare avanti la loro carriera universitaria e non vogliono vedere i loro sforzi vanificati nel nulla. Un anno totalmente perso potrà sembrare poco, ma vi assicuro che per molti non lo è. Il diritto allo studio innanzitutto.

4) SE uno blocco di una sessione provoca tante divisioni, quante ne potrà provocare il blocco dell'intero anno accademico? E speriamo di risolvere una situazione dividendoci non solo tra  studenti e docenti, ma addirittura tra di noi? Non credo.


Adesso basta con le solite proposte dei 4 esaltati di turno che ogni volta vogliono bloccare tutto per poi risolvere nulla! Non è retorica, ma è una storia sentita troppe volte. Sì alla lotta e sì alle proposte, ma che siano concrete e che non vadano a danneggiare un numero non esiguo di studenti di questa università. Per questi e molti altri motivi dico NO ALLA PROPOSTA DEL BLOCCO DELL'ANNO ACCADEMICO.

Chiunque voglia aderire può rispondere esprimendo il suo pensiero e magari lasciando la sua firma. Grazie a tutti.


Matteo Melis  (Rappresentante di TPA per l'ordinamento 509)